Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Il catasto grotte

La Regione Friuli Venezia Giulia, per prima in Italia, nel 1966 ha posto le basi per un riconoscimento giuridico delle grotte presenti sul suo territorio.

L’art. 1 della Legge Regionale 27 del 1° settembre 1966, ha voluto prevedere la necessità di adottare tutti quei provvedimenti “diretti ad evitare la distruzione, l’ostruzione, il danneggiamento, il deterioramento ed il deturpamento delle cavità naturali della Regione”. Uno degli strumenti attraverso i quali raggiungere questi obiettivi è stato individuato nel successivo art. 3 dello stesso disposto normativo, che prevede la costituzione del Catasto regionale delle grotte.

Maggio 2017

Venerdì 26 maggio 2017, ultimo giorno della convenzione tra la Federazione Speleologica Regionale del Friuli Venezia Giulia e il Servizio Paesaggio e Biodiversità, terminerà la gestione del Catasto regionale delle grotte da parte della Federazione stessa. Sulla base dell’articolo 9 della legge regionale 15 del 14 ottobre 2016 “Disposizioni per la tutela e valorizzazione della geodiversità, del patrimonio geologico e speleologico e delle aree carsiche” la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia intende istituire Il Catasto speleologico regionale che comprenderà tre sezioni: grotte, cavità artificiali, grotte e cavità turistiche. Tutti i dati dell’attuale Catasto regionale delle grotte verranno inseriti nella prima sezione.

Nei prossimi mesi verrà stilato il Regolamento che normerà l’organizzazione, il funzionamento, la struttura del nuovo Catasto. Sarà un processo non immediato, un processo che, come già successo per la stesura del testo della Legge n. 15, vedrà il coinvolgimento delle associazioni speleologiche. Una volta definito ed approvato il Regolamento, il nuovo Catasto Speleologico Regionale verrà gestito dal Servizio Geologico, che si avvarrà della collaborazione della Consulta tecnico-scientifica, con competenze indicate dall’art. 12 della legge n. 15.

Il Conservatore e il Presidente della Federazione Speleologica Regionale del FVG ringraziano gli architetti Saccari e Bertolini del Servizio Paesaggio e Biodiversità per la collaborazione fornita in passato, augurano buon lavoro futuro al Servizio Geologico. Soprattutto ringraziano tutti gli speleologi che hanno contribuito, in tutti questi anni, con la loro passione, fatica e competenza, alla crescita del Catasto. Riprendendo quanto detto più di 40 anni fa a Udine, durante il 2º Convegno di Speleologia del Friuli Venezia Giulia, da Carlo Finocchiaro, ricordano ancora una volta “la necessità della collaborazione dei Gruppi Grotte che operano nella Regione, perché tutti i dati di una cavità, che non sono solo dati metrici, vengano tempestivamente a conoscenza di quel Catasto che è patrimonio comune e vanto della speleologia regionale.

Furio Finocchiaro - Furio Premiani

Agosto 2017

Nei giorni scorsi è stata firmata una nuova convezione tra il Servizio Tutela del Paesaggio e Biodiversità e la Federazione Speleologica Regionale, convenzione che prevede, fino al marzo del 2018, il supporto da parte della FSR nei confronti del personale regionale del Servizio, cui è affidata la gestione del Catasto. Questa convenzione-ponte si è resa necessaria nell’attesa dell’approvazione del nuovo regolamento della legge 15 e la conseguente trasformazione del Catasto Regionale delle Grotte in Catasto Speleologico Regionale, che come noto, sarà gestito del Servizio Geologico.

Per i prossimi mesi vi sarà quindi nuovamente la possibilità di modificare le schede catastali, dando naturalmente la priorità alle cavità ancora “sospese” ed alla nuova serie di grotte da targhettare, utilizzando sempre lo stesso software e le stesse procedure. Entro la fine del mese di agosto verranno comunicate le modalità di consultazione del Catasto cartaceo.

Per altre informazioni è possibile contattare Paolo Bonetti (040 3774146; paolo.bonetti@regione.fvg.it) e/o il Conservatore Furio Finocchiaro (conservatore@catastogrotte.fvg.it).

Chiara Bertolini - Furio Premiani