Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 963 - Grotta dell'Orco

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta dell'Orco
Nome principale sloveno
Numero catasto 963
Numero catasto storico 395FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Faedis
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050132 - Monte Spich
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5117448,0
Longitudine Gauss-Boaga 2396969,0
Latitudine WGS-84 46° 11' 57,3909" (46,19927524)
Longitudine WGS-84 13° 24' 19,1256" (13,40531268)
Latitudine UTM WGS-84 5117424,7
Longitudine UTM WGS-84 376964,3
Quota ingresso 650
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 20
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 95
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 108
Dislivello totale 108
Quota fondo 542
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si trova a poca distanza dalla strada che da Bocchetta S. Antonio (Canebola) porta a Montefosca.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una cavità a prevalente sviluppo verticale, formatasi lungo una frattura orientata WNW-ESE. Il pozzo d'accesso termina su di un ripiano detritico inclinato dal quale parte il pozzo di 77m, anch'esso interrotto da due brevi ripiani posti rispettivamente a 40m e a 58m di profondità. Dal ripiano detritico che si trova a 97m di profondità parte un ultimo salto di 6m che porta nella caverna finale. Al fondo un piccolo imbuto assorbente smaltisce le acque meteoriche che vi precipitano.
Alla base del pozzo di 77m si diparte un ramo, esplorato nel 1980, che si sviluppa in interstrato con andamento sub-orizzontale e un'inclinazione di 45°, per 60m di lunghezza e un dislivello positivo di 30m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 24-07-1980