Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 914 - Pozzo delle Nicchie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo delle Nicchie
Nome principale sloveno
Numero catasto 914
Numero catasto storico 413FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Budoia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 064073 - Piancavallo
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5108385,0
Longitudine Gauss-Boaga 2326801,0
Latitudine WGS-84 46° 6' 5,4067" (46,10150187)
Longitudine WGS-84 12° 30' 1,0076" (12,50027988)
Latitudine UTM WGS-84 5108363,0
Longitudine UTM WGS-84 306797,4
Quota ingresso 1470
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Errato
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 32
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 14
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 37
Dislivello totale 37
Quota fondo 1433
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso di questa cavità si apre su di un breve terrazzo, a pochi metri dal sentiero che da Piancavallo porta sul monte Croseraz, all'altezza del Col d'Arneri.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo profondo 32m e largo all'imboccatura 5m x 2m, è interrotto a 11m di profondità da un ripiano formato da massi incastrati. A pochi metri dalla base del pozzo due piccole finestre che si aprono in parete immettono in una nicchia, dal suolo coperto da ghiaia finissima, sormontata da uno stretto camino. Al fondo del pozzo c'è una ripida china detritica formata da terriccio, detriti minuti e neve, alla base della quale, nella parete SW, si apre un basso portale che conduce in un breve vano dal fondo sgombro e dalle pareti levigate, nelle quali si aprono alcune piccole nicchie. Una breve arrampicata sulla parete di fondo porta, attraverso una stretta apertura, in un altro vano, dal fondo ghiaioso e piano, sopra cui si innalza un ampio camino, dalle pareti lisce e ricoperte da un velo d'acqua. A circa 10m di altezza, poco sotto la sommità del camino si intravede una finestra, che non è stata raggiunta, oltre la quale però la cavità certamente continua: alcuni chiari segni lasciati dall'attività idrica durante periodi piovosi avvallano questa supposizione. Usciti da questo sistema a se stante e raggiunto nuovamente il cumulo detritico, alla base di una parete si può notare come questa non si immerga nei detriti, ma lasci intravedere una probabile continuazione, impraticabile a causa di massi di crollo, difficilmente rimovibili, che la occludono. Qui le pareti della cavità salgono ripide verso un ponte naturale e più in alto si chiudono a camino.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 15-08-1957