Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 910 - Pozzo dei Massi

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo dei Massi
Nome principale sloveno
Numero catasto 910
Numero catasto storico 385FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050153 - Monte Mataiur
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5117994,0
Longitudine Gauss-Boaga 2405399,0
Latitudine WGS-84 46° 12' 20,3687" (46,20565798)
Longitudine WGS-84 13° 30' 51,8495" (13,51440263)
Latitudine UTM WGS-84 5117970,5
Longitudine UTM WGS-84 385394,2
Quota ingresso 1305
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 21
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 9
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 21
Dislivello totale 21
Quota fondo 1284
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso del pozzo, piuttosto angusto, è seminascosto da massi di frana e si apre al margine di una dolina dalla forma allungata, sul versante Sud-Ovest del Monte Mataiur.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo è impostato lungo un frattura orientata NNW-SSE, è largo più di un metro ed alla base è lungo 9m. A varie profondità alcuni massi incastrati tra le pareti formano dei ponti naturali che rendono difficoltosa la discesa. Il pozzo ha il fondo costituito da un piano detritico orizzontale; l'assenza del cono detritico, assieme all'intensa corrosione (erosione) riscontrabile sulle pareti, indicano che il pozzo è tutt'ora è attivo: esso infatti funziona da inghiottitoio per lo smaltimento di acque meteoriche e, in special modo, smaltisce nella primavera l'acqua prodotta dallo scioglimento delle nevi
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-08-1957