Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 90 - Pozzo presso Gabrovizza

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso Gabrovizza
Nome principale sloveno
Numero catasto 90
Numero catasto storico 94VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110052 - Prosecco
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5064119,0
Longitudine Gauss-Boaga 2421614,0
Latitudine WGS-84 45° 43' 24,3283" (45,72342452)
Longitudine WGS-84 13° 44' 8,1569" (13,73559914)
Latitudine UTM WGS-84 5064096,2
Longitudine UTM WGS-84 401608,0
Quota ingresso 237
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 8.2
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 51
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 13
Dislivello totale 13
Quota fondo 224
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della grotta si apre a fianco di una carrareccia ed è costituito da un ampio pozzo che strapiomba da ogni lato verso un cono detritico coperto per gran parte da immondizie gettate dagli abitanti di Gabrovizza.
La grotta si sviluppa con due diramazioni opposte: quella Sud si esaurisce ben presto in un salto ascendente, mentre l'altra è più estesa e complessa. Scesa la china detritica si giunge sotto ad un bel ponte naturale, oltre il quale la galleria risale leggermente per diventare presto impraticabile.
Il Pozzo presso Gabrovizza è conosciuto dall'Alpina fin dal 1896 ed i precedenti rilievi avevano rappresentato soltanto il tratto fin qui descritto. La cavità prosegue invece oltre una strettoia che si raggiunge risalendo per qualche metro la parete destra di quest'ultima caverna, passaggio, questo, non visto o forse aperto successivamente. Al di là dello stesso inizia una galleria non molto ampia ed alquanto accidentata, dove sulle pareti si notano le sigle di molti gruppi speleologici.
Questa cavità è stata catastata successivamente con il numero 1070, che deve ritenersi pertanto annullato.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-12-1967