Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 87 - Caverna delle Mura

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna delle Mura
Nome principale sloveno
Numero catasto 87
Numero catasto storico 1203VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5061511,0
Longitudine Gauss-Boaga 2423097,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 0,5956" (45,70016545)
Longitudine WGS-84 13° 45' 18,6206" (13,75517239)
Latitudine UTM WGS-84 5061488,2
Longitudine UTM WGS-84 403091,0
Quota ingresso 272
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 1° gruppo riposizionamento regionale su CTR 1:5000 (1999)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Premiani Furio
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 63
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 4.3
Dislivello totale 4.3
Quota fondo 267.7
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità Conosciuta già nel secolo scorso, la caverna è stata largamente modificata nella sua struttura dai lavori eseguiti nel corso della prima guerra mondiale ed in particolare con l'apertura di due nuovi sbocchi verso la dolina attigua, uno dei quali peraltro impraticabile. Si accede per uno scoscendimento che porta su un cumulo detritico dove, in direzione opposta, si aprono due caverne unite anche da un complesso sistema di cunicoli, aperti dagli austriaci con lo sgombero del, materiale che li intasava.
La grotta è stata certamente abitata dall'uomo preistorico che ha trovato un ambiente favorevole nella parte meridionale, asciutta e illuminata; il suolo però è stato sconvolto dai militari ed ora si scorgono in superficie i cocci che invece apparterrebbero a strati più profondi. Il ramo Nord ha conservato invece il primitivo aspetto ed è ancora presente il muro indicato nel rilievo del 1896.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 28-10-1961
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Ingresso

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino