Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 840 - Caverna 1ª ad E di Basovizza

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna 1ª ad E di Basovizza
Nome principale sloveno
Numero catasto 840
Numero catasto storico 3459VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:25.000
Carta CTRN 1:5.000 110154 - Basovizza
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5054963,8
Longitudine Gauss-Boaga 2431776,3
Latitudine WGS-84 45° 38' 32,6646" (45,64240683)
Longitudine WGS-84 13° 52' 4,1624" (13,86782289)
Latitudine UTM WGS-84 5054941,0
Longitudine UTM WGS-84 411770,0
Quota ingresso 386
Data esecuzione posizione 17-07-2019
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2 x 2.5 m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2.5
Autore posizione Radacich Maurizio (Edy)
Gruppo appartenenza CAT - Club Alpinistico Triestino
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 22
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 2.5
Dislivello totale 2.5
Quota fondo 383.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si trova a pochi metri dalla Caverna III ad Est di Basovizza (1146/3461VG) e precisamente a pochi metri dal palo della linea elettrica segnato come ACEGAS 16036.
Descrizione dei vani interni della cavità In passato è stata utilizzata per lo scarico di immondizie e materiali da riporto alterando in modo sensibile il suo ingresso che nonostante tutto è perfettamente agibile. La cavernetta interna presenta le pareti completamente annerite, ciò è dovuto al fatto che la grotta fu utilizzata dalla popolazione locale, nel corso del secondo conflitto mondiale, quale ricovero dalle incursioni aeree e dai fatti bellici avvenuti nell'aprile del 1945 (Battaglia di Basovizza tra l'esercito tedesco e quello jugoslavo). Il secondo accesso alla caverna, quello completamente ostruito, fu in epoca imprecisata soggetto a riduzione. Esso presenta pure degli incavi che avrebbero ospitato i cardini di una porta o di un altro sistema di chiusura. A testimonianza del fatto si nota pure una muratura di pietre. Durante la guerra la cavità, nella quale sono stati eseguiti alcuni adattamenti, è stata utilizzata come rifugio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 30-06-1956
Foto
Data dello scatto: 17-07-2019

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Vianello Sergio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: La zona dove si apre la cavità
Data dello scatto: 07-12-2019

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Vianello Sergio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 17-07-2019

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Vianello Sergio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 17-07-2019

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Vianello Sergio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino