Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 827 - Caverna 4° ad E di Basovizza

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna 4° ad E di Basovizza
Nome principale sloveno
Numero catasto 827
Numero catasto storico 3462VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110154 - Basovizza
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5054984,0
Longitudine Gauss-Boaga 2431814,0
Latitudine WGS-84 45° 38' 33,3351" (45,64259307)
Longitudine WGS-84 13° 52' 5,8914" (13,86830317)
Latitudine UTM WGS-84 5054961,2
Longitudine UTM WGS-84 411807,7
Quota ingresso 385
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 44
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 4.2
Dislivello totale 4.2
Quota fondo 380.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La caverna si apre in un terreno prativo ed è composta da tre vani uniti da due basse strettoie. Il suolo della caverna iniziale è stato profondamente scavato e la terra asportata; un breve cunicolo sbocca nel crostello che pavimenta il secondo antro, molto ricco di concrezioni che però sono gravemente danneggiate, alla cui estremità WNW uno strettissimo passaggio terroso porta nell'ultima cavernetta, sbarrata da un muro di pietrame. Qui, nel 1960 è stato rinvenuto lo scheletro di un soldato tedesco, la cui salma fu murata da ignoti durante la seconda guerra mondiale.

NOTA SULLA POSIZIONE DEL 24/08/2006:
La grotta è stata individuata e risulta ostruita da rifiuti. Si trova in un campo privato adibito a tiro con l'arco.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 19-10-1966