Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7989 - Grotta 14ª del Monte Naiarda

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 14ª del Monte Naiarda
Nome principale sloveno
Numero catasto 7989
Numero catasto storico 4932FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 07-08-2010
Scopritore Bottegal - Mila
Gruppo scopritore GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Udine
Comune Socchieve
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048054 - Cimon di Agar
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5134528,7
Longitudine Gauss-Boaga 2343129,4
Latitudine WGS-84 46° 20' 27,6861" (46,34102393)
Longitudine WGS-84 12° 42' 5,6544" (12,70157067)
Latitudine UTM WGS-84 5134506,0
Longitudine UTM WGS-84 323126,0
Quota ingresso 1658
Data esecuzione posizione 07-08-2010
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2.1 x 1 m
Tipo ingresso Cavernetta
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Bottegal Mila
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 12
Sviluppo spaziale 13
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 4
Dislivello totale 4
Quota fondo 1654
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre a NW dei ruderi della Casera Naiarduzza.
L'imbocco, di difficile individuazione, si trova lungo un canale che scende verso Nord nell'area carsica del Monte Naiarda.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una bassa caverna senza possibilità di prosecuzione. Al suo interno sono state rinvenute delle assi di legno messe a mo' di giaciglio. Si può supporre che la cavità, vista la posizione e la difficile individuazione dell'imbocco, sia stata usata come nascondiglio/rifugio dai Partigiani nel periodo dell'occupazione tedesca della Carnia.
Rilievo Completo - Primo rilievo - 1:100 - Effettuato in data: 07-07-2012
Foto
Data dello scatto: 07-07-2012

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Benedetti Gianni

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Descrizione inquadratura: Le assi di legno rinvenute all'interno