Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7982 - Pozzo delle Befane

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo delle Befane
Nome principale sloveno
Numero catasto 7982
Numero catasto storico 4926FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 11-11-2009
Scopritore Bosco - Fabrizio
Gruppo scopritore GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune San Leonardo
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067073 - San Leonardo
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5107468,3
Longitudine Gauss-Boaga 2405440,0
Latitudine WGS-84 46° 6' 39,4777" (46,11096604)
Longitudine WGS-84 13° 31' 2,9178" (13,51747717)
Latitudine UTM WGS-84 5107445,0
Longitudine UTM WGS-84 385435,0
Quota ingresso 333
Data esecuzione posizione 06-06-2010
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1 x 0.7 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 15
Autore posizione Bosco Fabrizio
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7
Sviluppo spaziale 22
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 15
Dislivello totale 15
Quota fondo 322
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Circa 600 metri prima del paese di Picon, si trova un incrocio tra la strada principale ed una strada forestale che sale in direzione N.
Seguire la strada forestale sino a raggiungere una baita. Al margine del bosco, in prossimità della costruzione, si erge un castagno secolare, dietro di questo inizia una traccia di sentiero che scende in direzione NW. Seguirlo per circa 25 metri di dislivello sino ad incontrare sulla sinistra lo stretto ingresso della grotta 2° a N di Picon. Continuare a scendere ancora per circa 20 metri di dislivello: l’ingresso semicircolare del pozzo si apre sulla destra alla base di alcune rocce affioranti.
Descrizione dei vani interni della cavità L’ingresso presentava la forma di un piccolo inghiottitoio dal diametro di circa 15 centimetri, chiuso da terra e da alcuni grossi massi che sono stati asportati. Alcune lame di roccia profondamente erose rendono comunque stretto il transito a circa 3 metri e 6 metri di profondità. Poi il pozzo allarga giungendo ad un terrazzo detritico sopra il quale è stato piantato un fix. Da questo terrazzo una stretta fessura di dimensione non praticabile è collegata ad una nicchia ben visibile dalla base del secondo saltino la cui base è composta da molti detriti e terra. Dal punto più profondo un altro piccolo e stretto saltino porta alla fine delle cavità. Ad un metro di distanza dall'imbocco di quest'ultimo saltino si incontra una fessura di pochi centimetri che scende ancora un paio di metri. Nella grotta, che si apre nel conglomerato e calcare marnoso, sono presenti numerosi massi di crollo. Aperta ed esplorata il 6 gennaio, viene dedicata alle amiche che hanno partecipato all'esplorazione e rilievo.
Rilievo Completo - Primo rilievo - 1:100 - Effettuato in data: 06-01-2010
Foto
Data dello scatto: 06-01-2010

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Bosco Fabrizio

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone