Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7980 - Pozzetto 7º a N del rio Zabosniach

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzetto 7º a N del rio Zabosniach
Nome principale sloveno
Numero catasto 7980
Numero catasto storico 4924FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 23-12-2003
Scopritore Bosco - Fabrizio
Gruppo scopritore GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067022 - Pulfero
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5112604,3
Longitudine Gauss-Boaga 2401555,8
Latitudine WGS-84 46° 9' 23,4408" (46,15651132)
Longitudine WGS-84 13° 27' 57,4259" (13,46595164)
Latitudine UTM WGS-84 5112581,0
Longitudine UTM WGS-84 381551,0
Quota ingresso 538
Data esecuzione posizione 23-04-2004
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.2 x 0.4 m
Tipo ingresso Fessura
Profondità pozzo d'accesso 3.5
Autore posizione Bosco Fabrizio
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 2.7
Sviluppo spaziale 6
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 5.2
Dislivello totale 5.2
Quota fondo 554.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne Non definito
Cavità attrezzata No
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Seguendo uno dei diversi sentieri che da Ialig procede verso N, si attraversa il rio Zabosniach. Si attraversano altri due piccoli rii sempre asciutti. Si prosegue verso N sino ad incontrare ai piedi di un castagno secolare, una dolina di 3 metri di diametro e due metri di profondità. Si scende lungo la massima pendenza in direzione E e dopo 20 metri nel letto di un rio che appare come un solco poco pronunciato, si apre l'angusto ingresso di questa cavità. La grotta si trova un centinaio di metri a N della FR 1616.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso di forma stretta e leggermente allungata, ha una larghezza di 40 centimetri, scendendo in pressione, si raggiunge una stanzetta di forma semi circolare dalla base riempita da terriccio e pochi massi. Su un lato di questa stanzetta, scende tra massi di frana di modeste dimensioni un piccolo inghiottitoio, dal quale in inverno, risale un modesto flusso di aria calda.
Rilievo Completo - Revisione rilievo - 1:100 - Effettuato in data: 04-07-2004
Foto
Data dello scatto: 04-07-2004

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Bosco Fabrizio

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone