Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7963 - Canna Trieste - Grotta al km 1.875

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Canna Trieste - Grotta al km 1.875
Nome principale sloveno
Numero catasto 7963
Numero catasto storico 6521VG
Numero totale ingressi 0

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta
Area geografica
Provincia
Comune
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000
Tipo posizione
Metodo rilevamento
Latitudine Gauss-Boaga 0,0
Longitudine Gauss-Boaga 0,0
Latitudine WGS-84 0° 0' 0" (0)
Longitudine WGS-84 0° 0' 0" (0)
Latitudine UTM WGS-84 0,0
Longitudine UTM WGS-84 0,0
Quota ingresso
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo
Dislivello totale
Quota fondo 0
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni
Cavità distrutta No
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Galleria della Grande viabilità di Cattinara. Canna Trieste
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è stata esplorata il 09/10/2005 proprio quando si erano aperte sul fronte scavo dopo una volata due cavità proprio ai lati della galleria Quella di destra dopo un breve pozzo di circa 12-15 m chiudeva con fondo piatto e sopra un camino rotondo che chiudeva anch'esso tutto in bella calcite
Sulla sinistra invece l'Impresa ci aveva detto che con la volata si era aperta la grotta a lato e che dal camino superiore della grotta erano precipitati in galleria anche rifiuti vecchie biciclette dalla superficie per cui probabilmente comunicava con la superficie attraverso la n 1176 RG e tale zona è stata consolidata con una gettata di cemento per cui oggi se si entra dalla 1176 si dovrebbe arrivare su di una gettata di cemento La grotta invece continuava verso sinistra con un ampio pozzo sovrastato da un ampio camino che Spartaco ha traversato in arrampicata poi abbiamo passato un specie di ponte per poi scendere per 15 m su un fondo dove un angusta apertura portava ad altro pozzetto di altri 10-12 m circa poi altra strettoia piccolo saltino 7-8 m e fessura impraticabile Betti ci si è infilata per qualche metro si sentiva debole corrente d'aria ma risultava impraticabile La grotta nella prima parte era poco concrezionata ed i pozzi con pareti in erosione mentre nella seconda parte si entrava in calcite con alcune concrezioni

Siamo riusciti a fare solo un rilievo speditivo a spanne perché eravamo senza cordella ne bussola ne clinometro e non siamo riusciti a tornare perché qualche giorno dopo era già tutto chiuso e centinato