Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7954 - Cjamarates 1

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cjamarates 1
Nome principale sloveno
Numero catasto 7954
Numero catasto storico 4902FR
Numero totale ingressi 4

Scopritori
Data scoperta 01-10-2011
Scopritore Simonutti - Venicio
Gruppo scopritore GS PRADIS - Gruppo Speleologico Pradis

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Travesio
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048154 - Monte Ciaurlec
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5122741,0
Longitudine Gauss-Boaga 2354049,0
Latitudine WGS-84 46° 14' 15,9875" (46,23777431)
Longitudine WGS-84 12° 50' 51,0566" (12,84751571)
Latitudine UTM WGS-84 5122718,3
Longitudine UTM WGS-84 334045,2
Quota ingresso 1073
Data esecuzione posizione 01-09-2013
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 3 x 3.5 m
Tipo ingresso Galleria
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Concina Giorgio
Gruppo appartenenza GS PRADIS - Gruppo Speleologico Pradis
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 45
Sviluppo spaziale 46.6
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 3.3
Dislivello negativo
Dislivello totale 3.3
Quota fondo 1076
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Alla cavità è possibile giungere da due itinerari diversi: il primo dalla zona di Pradis ed il secondo dal monte Valinis di Meduno.
Da Pradis: procedendo lungo la S.P. 57, verso Campone, si arriva in località i Piani dove, poco oltre la ex cava di marmo, si parcheggia il veicolo per incamminarsi lungo il sentiero CAI che conduce a malga Tamer. Prima di iniziare la parte finale della salita, verso malga Tamer, appena ricomincia la salita si svolta nel bosco verso sinistra per arrivare, circa 200 metri oltre, alla prima delle Cjamerates. L’ambiente è tipicamente carsico e presenta bosco misto di faggio e carpino.
Volendo si può arrivare dal sentiero CAI che parte in località monte Valinis, in comune di Meduno, che arriva presso la soprastante malga Tamer, in comune di Travesio.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di uno degli ambienti più conosciuti di tutto il monte Cjaurlèc; soprattutto tra le persone anziane il ricordo di avervi pernottato è frequente.
Vi si può accedere da quattro entrate diverse, sebbene quelle di fatto utilizzate siano due: l’inferiore, tra p0 e p1 (ingresso 1), e l’entrata rivolta verso malga Tamer, corrispondente a p4 (ingresso 2). Entrando dalla parte bassa, ossia da p0, si supera un gradino di poco più di un metro che porta a un primo ambiente, alto in media sui 2 metri, dalla forma allungata e disposto in direzione Est/Ovest per circa una decina di metri. Ai lati si nota ancora la preparazione del fondo per gli utilizzi meglio descritti nelle note sul folklore. Proseguendo verso p2 ci si trova per un tratto a cielo aperto, tra alte pareti rocciose, poi ancora un tratto roccioso che fa “ponte” sopra p2 e, nuovamente, un secondo tratto a cielo aperto fino a p3 e poi a p4. Il punto p4 corrisponde all’entrata alta, individuata facilmente come un passaggio alto circa 1,40 metri nella formazione rocciosa. Si evidenzia che tutta la parte interna, appena descritta, presenta una buona larghezza e fondo regolare; appianato ad opera degli antichi utilizzatori. Tornando su p3, verso destra salendo, si noterà una volta d’ingresso, alta poco più di un metro, che conduce alla parte interna della grotta.
Entrati, si incontrerà prima un passaggio piuttosto stretto in corrispondenza di p5, dove un cunicolo porta al p8 (3° ingresso) e da qui si raggiunge il p9 (4° ingresso). Dal p9, un passaggio basso, porta in una saletta che è in comunicazione con la parte superiore (passaggio molto stretto).
Le aperture in alto che troviamo nelle parti iniziali, non sono considerate ingressi. Portano sul karren esterno che si presenta con pareti alte alcuni metri.
Rilievo Completo - Primo rilievo - Effettuato in data: 31-12-2013