Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7828 - Grotta 8ª del Monte Naiarda

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 8ª del Monte Naiarda
Nome principale sloveno
Numero catasto 7828
Numero catasto storico 4792FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 22-07-2001
Scopritore Umek - Michele
Gruppo scopritore GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Data scoperta 22-07-2001
Scopritore Trobec - Rajan
Gruppo scopritore GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Udine
Comune Socchieve
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048054 - Cimon di Agar
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5134076,7
Longitudine Gauss-Boaga 2343158,5
Latitudine WGS-84 46° 20' 13,0807" (46,33696686)
Longitudine WGS-84 12° 42' 7,6233" (12,70211758)
Latitudine UTM WGS-84 5134054,0
Longitudine UTM WGS-84 323155,0
Quota ingresso 1717
Data esecuzione posizione 10-07-2005
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2.5 x 2 m
Tipo ingresso Altro (vedi descrizione)
Profondità pozzo d'accesso 1.5
Autore posizione Benedetti Gianni
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 18.5
Sviluppo spaziale 29
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10.5
Dislivello totale 10.5
Quota fondo NaN
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso Si
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'imbocco, di difficile individuazione a causa della vegetazione presente all'ingresso, si apre sui prati che si estendono verso ovest dai ruderi della Casera Naiarduzza, circa una sessantina di metri più a monte.
Descrizione dei vani interni della cavità Un breve sprofondamento conduce ad una cavernetta, caratterizzata dal tetto impostato lungo gli strati inclinati. Verso nord ovest con lavoro di scavo è stato aperto un passaggio che intercetta un meandro. Esso prosegue per un paio di metri verso monte, giungendo quasi alla superficie esterna; verso valle, dopo uno stretto passaggio, prosegue per una decina di metri. Nella parte più profonda raggiunta diventa impraticabile, mentre pochi metri sopra una strettoia da allargare immette in un vano più ampio. Qui è avvertibile una leggera corrente d'aria.
Rilievo Completo - Primo rilievo - 1:100 - Effettuato in data: 10-07-2005
Foto
Data dello scatto: 26-06-2005

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Benedetti Gianni

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 10-07-2005

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Trobec Rajan

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 10-07-2005

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Trobec Rajan

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 10-07-2005

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Trobec Rajan

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi