Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7760 - Grotta sotto la tana del tasso

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta sotto la tana del tasso
Nome principale sloveno
Numero catasto 7760
Numero catasto storico 6494VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 29-01-2010
Scopritore Benedetti - Gianni
Gruppo scopritore GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110013 - San Pelagio
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5068175,8
Longitudine Gauss-Boaga 2417523,8
Latitudine WGS-84 45° 45' 33,6083" (45,75933565)
Longitudine WGS-84 13° 40' 55,9" (13,68219444)
Latitudine UTM WGS-84 5068153,0
Longitudine UTM WGS-84 397518,0
Quota ingresso 182
Data esecuzione posizione 01-01-2010
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.4 x 1 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5.4
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 23
Sviluppo spaziale 37
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 14
Dislivello totale 14
Quota fondo 168
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal Cimitero di San Pelagio si prende la carrareccia che si dirige verso sud e che porta alla ferrovia e al casello ferroviario Prima di arrivare alla ferrovia. sulla sinistra del sentiero si trova un’ampia dolina Sul bordo ovest si apre l’imbocco
Descrizione dei vani interni della cavità In origine la cavità si presentava come un pozzetto di circa due m di profondità occluso da pietrame Nella convinzione di riaprire la grotta 1559RE (ubicata in realtà poco più a monte) si è proceduto allo svuotamento fino alla profondità di circa 6 m. qui oltre una strettoia. si apre una caverna d’interstrato
Sull’imbocco. in accordo con i proprietari del terreno. è stata posizionata una grata di sicurezza amovibile
Rilievo Pianta - Primo rilievo - 1:100 - Effettuato in data: 12-01-2013