Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7747 - Grotta della Miniera

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta della Miniera
Nome principale sloveno
Numero catasto 7747
Numero catasto storico 4727FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 17-08-2013
Scopritore Non noto -
Gruppo scopritore NN - Sconosciuto

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Pontebba
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 032071 - Creta di Rio Secco
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5155745,8
Longitudine Gauss-Boaga 2384208,8
Latitudine WGS-84 46° 32' 28,8681" (46,54135225)
Longitudine WGS-84 13° 13' 44,0705" (13,22890846)
Latitudine UTM WGS-84 5155722,0
Longitudine UTM WGS-84 364205,0
Quota ingresso 1758
Data esecuzione posizione 17-08-2013
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 4x1,5
Tipo ingresso Caverna
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Torre Antonio
Gruppo appartenenza CRC SEPP. - Centro Ricerche Carsiche Carlo Seppenhofer
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 13
Sviluppo spaziale 14
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 4
Dislivello totale 4
Quota fondo 1754
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Da Pontebba si prende la strada provinciale che conduce al P.sso Cason di Lanza e la si percorre fino a superare la località Carbonarie. Superate le ultime case di Carbonarie si procede oltrepassando i due tornanti successivi e circa 100 m dopo si incontra sulla destra una strada di viabilità forestale q. 975 m , prendere la strada e procedere sempre in salita fino a quota 1380 termine della traccia forestale e luogo da cui si diparte un sentiero di cacciatori molto ripido e segnato con bolli rossi, seguirlo fino al suo termine che e la località Busate q 1615.
Giunti nella Busate superare la piana prativa e prendere la traccia verso est, appena il sentiero incomincia a spianare lasciarlo e risalire ghiaione sulla sinistra che al suo apice presenta un canale di scorrimento acque. In cima al ghiaione si trova la grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità
La cavità è impostata su una frattura nord/nord est- sud/sud ovest, si presenta con un portale in parte parzialmente modificato da estrazione mineraria e le tracce di questa attività sono presenti con piccoli fori di diametro 2 cm circa, questi fori non sono stati interessati da esplosivo in quanto le tracce delle perforazioni sono pulite fino al suo termine senza le micro fratturazioni dovute alle esplosione delle cariche, questi fori si riscontrano fino in fondo alla camera finale. La grotta è impostata su una frattura naturale e con morfologia a condotta, presenta sulle parete tracce di ferro, blenda e cristalli di calcite.
Rilievo Completo - Primo rilievo - 1:10 m - Effettuato in data: 17-08-2013