Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7739 - Grotta Tirfor

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Tirfor
Nome principale sloveno
Numero catasto 7739
Numero catasto storico 4721FR
Numero totale ingressi 2

Scopritori
Data scoperta 13-07-2013
Scopritore Biasizzo - Loris
Gruppo scopritore CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Nimis
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049164 - Chialminis
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5123077,3
Longitudine Gauss-Boaga 2387877,4
Latitudine WGS-84 46° 14' 53,5647" (46,24821243)
Longitudine WGS-84 13° 17' 9,4342" (13,28595394)
Latitudine UTM WGS-84 5123054,0
Longitudine UTM WGS-84 367873,0
Quota ingresso 560
Data esecuzione posizione 07-08-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,6 x 0,4
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Biasizzo Loris
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 2380
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 22
Dislivello negativo 35
Dislivello totale 57
Quota fondo 543
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso Si
Prosecuzioni Prosecuzioni possibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della grotta è raggiungibile partendo dalla strada che da Villanova delle Grotte porta all'abitato di Vigant. All'inizio della valle del rio Korito, sulla sinistra orografica, alla base di un bancone carbonatico,si ritrova l'ingresso della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo aver superato l'ingresso si percorre uno stretto cunicolo che porta verso la Sala del Crollo. La grotta continua nel successivo massacrante meandro del vento fino a raggiungere il ramo delle condotte fossili, sub-circolari con diametro variabile tra 2 e tre metri, leggermente allungate in orizzontale lungo il senso della stratificazione, gli scallops indicano il passaggio dell'acqua in pressione in questi grandi condotti.
Dopo una zona sabbiosa la condotta sbuca su un ramo attivo (Zona Elianto) più basso impostato su una grande faglia, verso valle l'acqua scende fino ad incontrare il flysch, una saletta prelude ad ambienti più grandi ed alla confluenza con il sistema della sala principale. Verso monte il ramo è sempre dentro il calcare largo da due a 4 metri ed altro tra i 5 ed i 10, si susseguono laghetti e salti fino ad un lago semisifonante.
Rilievo Pianta - Primo rilievo - Effettuato in data: 14-09-2014
Foto
Data dello scatto: 08-12-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: Ingresso 1
Data dello scatto: 08-12-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: ingresso 2
Data dello scatto: 08-12-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Data dello scatto: 08-12-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano