Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7672 - Voragine 1 di Tanasarto

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Voragine 1 di Tanasarto
Nome principale sloveno
Numero catasto 7672
Numero catasto storico 4656FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 16-06-2012
Scopritore Mikolic - Umberto
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050012 - Narone
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5136740,7
Longitudine Gauss-Boaga 2396746,8
Latitudine WGS-84 46° 22' 22,0668" (46,37279633)
Longitudine WGS-84 13° 23' 50,5812" (13,39738368)
Latitudine UTM WGS-84 5136717,0
Longitudine UTM WGS-84 376742,5
Quota ingresso 1704
Data esecuzione posizione 16-06-2012
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 5m x 11m
Tipo ingresso Voragine
Profondità pozzo d'accesso 26
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 29
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 37
Dislivello totale 37
Quota fondo 1667
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ampio ingresso, di m 5 x 11, s'apre nell'altipiano di Tanasarto, in mezzo a dei prati, sul bordo nord-ovest di un tratto pianeggiante.
Descrizione dei vani interni della cavità La discesa è stata effettuata dal lato a valle. Da questa parte il pozzo scende con tratti inclinati diventando verticale solo nella sua seconda metà. Dal lato opposto si nota la presenza di una finestra che probabilmente immette in un pozzo parallelo che sbocca nel pozzo principale pochi metri più in giù. Sul fondo del pozzo d'accesso s'incontra un potente cumulo di neve con un corridoio in discesa. Percorrendolo tutto e superando una strettoia, si giunge alla massima profondità in un vano occluso da detriti e sovrastato da un camino inclinato fortemente eroso.
Rilievo Completo - 1:200 - Effettuato in data: 16-06-2012