Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7646 - Abisso Ursic 2

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso Ursic 2
Nome principale sloveno
Numero catasto 7646
Numero catasto storico 4632FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 18-08-2006
Scopritore Non specificato -
Gruppo scopritore NN - Sconosciuto

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050023 - Monte Canin
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5135932,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400933,0
Latitudine WGS-84 46° 21' 58,5733" (46,36627035)
Longitudine WGS-84 13° 27' 7,1891" (13,45199698)
Latitudine UTM WGS-84 5135908,3
Longitudine UTM WGS-84 380928,6
Quota ingresso 2235
Data esecuzione posizione 06-09-2006
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 3x1
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 37
Autore posizione Gardel Marco
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 95
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 170
Dislivello totale 170
Quota fondo 2065
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile No
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Raggiunta Sella Ursic da est, si discende sul versante opposto sostandosi in direzione n-w per una cinquantina di metri rimanendo sitto le roccette dello sperone che discende a n.
Descrizione dei vani interni della cavità Dall'ingresso allungato dopo pochi metri si apre un ampio pozzo (25m x 8) che dopo 37 metri porta su un terrazzino roccioso. Da qui inizia in continuità con il precedente, un pozzo unico di 80 metri che si sviluppa tra roccia ed accumuli di neve; al termine inizia un ripido pendio di neve(circa 60°) che dopo un punto più basso porta all' ultimo pendio nevoso(30°). Qui si apre una sala di crollo ampia (40 mt. x 20 ed alta mediamente 5 metri). Il fondo risulta ingombro di massi e non si sono individuate possibili prosecuzioni.
Rilievo Pianta - Effettuato in data: 06-09-2006