Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7603 - Grotta di Micoli

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta di Micoli
Nome principale sloveno
Numero catasto 7603
Numero catasto storico 6475VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 20-04-2009
Scopritore Barbana - Luigi
Gruppo scopritore GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Doberdò del Lago
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088112 - Marcottini
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5078603,9
Longitudine Gauss-Boaga 2408501,5
Latitudine WGS-84 45° 51' 6,3655" (45,85176819)
Longitudine WGS-84 13° 33' 49,7056" (13,5638071)
Latitudine UTM WGS-84 5078581,0
Longitudine UTM WGS-84 388496,0
Quota ingresso 45
Data esecuzione posizione 22-04-2009
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 3,5 x 3,5 metri
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 10
Autore posizione Turus Walter
Gruppo appartenenza GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 3
Sviluppo spaziale 16
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 11.5
Dislivello totale 11.5
Quota fondo 33.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta Si
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata No
Introvabile No
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Percorrendo la S.S. 55 dell'Isonzo (del Vallone)in direzione Sud (si devia sulla sx per entrare nell'abitato di Micoli (frazione di Savogna d'Isonzo). Passato l'abitato si svolta sulla sx percorrendo una carrozzabile sterrata. L'ingresso (conoide a forma circolare, con le pareti in terra) è ben visibile sulla sx dopo circa 160m.
Descrizione dei vani interni della cavità La sala “principale” è piuttosto comoda con il fondo ricco di argilla e le pareti con accenni di concrezione; ad un saggio di scavo l'argilla sul fondo è risultata man mano sempre più bagnata fino ad essere estremamente imbibita d'acqua.
Una saletta laterale si presenta asciutta, poco spaziosa (più larga in alto e chiusa ad imbuto in basso), colma di frammenti di concrezioni.
Rilievo Completo - 1:100 - Effettuato in data: 22-04-2009
Foto
Data dello scatto: 22-04-2009

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Barbana Luigi