Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7602 - Grotta del Bivio ad H

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta del Bivio ad H
Nome principale sloveno
Numero catasto 7602
Numero catasto storico 6474VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 06-08-2005
Scopritore De Filippo - Claudio
Gruppo scopritore GC - Grotta Continua

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110154 - Basovizza
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5054782,3
Longitudine Gauss-Boaga 2429154,7
Latitudine WGS-84 45° 38' 25,567" (45,64043529)
Longitudine WGS-84 13° 50' 3,2058" (13,83422383)
Latitudine UTM WGS-84 5054759,5
Longitudine UTM WGS-84 409148,5
Quota ingresso 305
Data esecuzione posizione 06-08-2005
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1,8 x 0,5 metri
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 14
Autore posizione De Filippo Claudio
Gruppo appartenenza GC - Grotta Continua
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 24.6
Sviluppo spaziale 71
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 45.5
Dislivello totale 45.5
Quota fondo 259.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si percorre la S.S. 202 da Trieste in direzione Padriciano. Giunti al "bivio ad H" si parcheggia nella piazzola posta in corrispondenza dell'incrocio. Nella boscaglia retrostante la piazzola di sosta, a 5 metri, si apre l'imbocco della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco di questa interessante cavità si apre sul lato orientale del canalone di scolo nei pressi del bivio ad H, e periodicamene, nei periodi piovosi è interessato da abbondante percolazione e stillicidio provenienti dalle precipitazioni meteoriche.
Le esigue dimensioni dell'imbocco hanno costretto gli scopritori ad eseguire una massiccia opera di disostruzione. Sceso agevolmente il pozzo iniziale di 14 mt si deve passare un restringimento disagevole che immette sul successivo pozzo di 13 mt, alla cui base una serie di saltini (superabili in arrampicata), immettono in un cunicolo in discesa al cui termine inizia l'ultimo pozzo di 14,50 mt che porta alla max profondità di 45,5 mt.
E' necessario fare attenzione all'imbocco di quest'ultimo pozzo al fine di non far cadere pietre dal pavimento franoso del cunicolo che si percorre per accedervi.
Man mano che si scende l'attività idrica aumenta d'intensità, ma nonostante un esame approfondito non si sono inividuate prosecuzoni eccetto una finestra a 3,5 mt dal fondo che immette in un pozzetto parallelo cieco di appena 3 mt.
In tutta la grotta vi è una curiosa circolazione d'aria.
Rilievo Completo - 100 - Effettuato in data: 03-03-2012
Foto
Data dello scatto: 03-03-2012

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Potleca Michele

Gruppo di appartenenza: GC - Grotta Continua

Descrizione inquadratura: Ingresso
Data dello scatto: 03-03-2012

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Potleca Michele

Gruppo di appartenenza: GC - Grotta Continua

Descrizione inquadratura: Alla base del pozzo d'ingresso