Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7486 - Pozzo della Paura

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo della Paura
Nome principale sloveno
Numero catasto 7486
Numero catasto storico 4513FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 23-08-2009
Scopritore Bosco - Fabrizio
Gruppo scopritore GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune San Pietro al Natisone
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067022 - Pulfero
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5112973,4
Longitudine Gauss-Boaga 2403701,8
Latitudine WGS-84 46° 9' 36,7227" (46,16020075)
Longitudine WGS-84 13° 29' 37,1196" (13,49364432)
Latitudine UTM WGS-84 5112950,0
Longitudine UTM WGS-84 383697,0
Quota ingresso 372
Data esecuzione posizione 10-01-2012
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,8m x 0,5m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 37.5
Autore posizione Colus Andrea
Gruppo appartenenza SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7.46
Sviluppo spaziale 42.2
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 37.5
Dislivello totale 37.5
Quota fondo 334.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Da Mezzana seguire una stradina di campagna che scende verso il bosco in direzione NW. Una volta entrati nel bosco, seguire la strada in quota e 200 metri dopo la prima biforcazione scendere verso valle sino ad incontrare una serie consecutiva di ampie doline. La cavità, aperta artificialmente, si apre sul margine meridionale di una di queste doline.

Descrizione dei vani interni della cavità Il piccolo ingresso semicircolare, allargato con lunghi lavori di scavo, conduce ad un pozzo inizialmente stretto che scende leggermente ad elica all'interno di una frana di grossi massi e materiale lapideo piu' minuto. Dopo un lungo lavoro di pulizia e verifica della stabilità delle pareti, si è raggiunto un restringimento in calcare sano e compatto, dal quale si accede ad un ampio pozzo splendidamente eroso dalle acque meteoriche. L'ampia base è occupata interamente da materiale lapideo minuto. Massi debolmente incastrati in alcune fratture, rendono comunque molto pericolosa la visita a questa grotta che sconsiglio vivamente a chi non abbia già una significativa esperienza in esplorazione.

Rilievo Completo - 1:200 - Effettuato in data: 03-04-2010
Foto
Data dello scatto: 10-01-2012

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Data dello scatto: 10-01-2012

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Data dello scatto: 04-03-2010

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Miani Antonella

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner