Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7478 - Abisso Kiki

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso Kiki
Nome principale sloveno
Numero catasto 7478
Numero catasto storico 6443VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 15-02-2002
Scopritore Restaino - Marco
Gruppo scopritore SAS - Società Adriatica di Speleologia

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110064 - Rupinpiccolo
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5064825,2
Longitudine Gauss-Boaga 2425460,9
Latitudine WGS-84 45° 43' 49,1344" (45,7303151)
Longitudine WGS-84 13° 47' 5,5838" (13,78488438)
Latitudine UTM WGS-84 5064802,3
Longitudine UTM WGS-84 405454,9
Quota ingresso 394
Data esecuzione posizione 27-03-2005
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3.5
Autore posizione Restaino Marco
Gruppo appartenenza SAS - Società Adriatica di Speleologia
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 30
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 196.5
Dislivello totale 196.5
Quota fondo 197.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non definito
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità Con poche ore di scavo è stato possibile superare la prima strettoia e trovare un pozzo da 18 metri, immediatamente seguito da un'ulteriore verticale di circa 30 metri. La sequenza di ulteriori tre pozzi ha permesso di raggiungere il fondo, situato a 196,5 metri di profondità.
La cavità si sviluppa in corrispondenza di uno specchio di faglia (N-S) che ha originato il fenomeno. Notevoli le dimensioni e l'ampiezza di alcuni pozzi (10x4 m).
A –50 m sono stati rinvenuti resti di volatili e piccoli mammiferi, probabilmente trasportati dallo scorrere dell'acqua.
Rilievo Completo - 1:600 - Effettuato in data: 27-03-2005