Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7409 - Grotta della Faglia

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta della Faglia
Nome principale sloveno
Numero catasto 7409
Numero catasto storico 4465FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 06-01-2009
Scopritore Bosco - Fabrizio
Gruppo scopritore GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Torreano
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067064 - Torreano
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5110575,0
Longitudine Gauss-Boaga 2398459,0
Latitudine WGS-84 46° 8' 15,7547" (46,13770963)
Longitudine WGS-84 13° 25' 34,969" (13,42638029)
Latitudine UTM WGS-84 5110551,8
Longitudine UTM WGS-84 378454,2
Quota ingresso 406
Data esecuzione posizione 06-01-2009
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2,5m x 2,5m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7.4
Autore posizione Bosco Fabrizio
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8.8
Sviluppo spaziale 16
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10
Dislivello totale 10
Quota fondo 396
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si attraversa l'abitato di Torreano, quindi, giunti a Borgo Castello si lascia la strada che sale verso Masarolis e si segue la Via Castello. Questa, dopo un breve tratto asfaltato diventa strada bianca e sale inizialmente verso NE in direzione delle cava del castello. Parcheggiata la macchina, si sale lungo un sentiero CAI che conduce alla Fonte Meria. Dopo circa venti minuti di cammino, il sentiero raggiunge una strada forestale a quota 478 mt. La si segue per un centinaio di metri in direzione SW, poi si scende a lato del canalone di un torrente sempre asciutto, sulla destra orografica. Ci si inoltra in una fitta boscaglia. L'ingresso si trova circa a 75 metri di dislivello più in basso della strada forestale. Nonostante l'ingresso sia molto ampio, data la fitta vegetazione è piuttosto difficile ritrovare la grotta senza l'ausilio del GPS.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso, di forma semi circolare, è piuttosto ampio e misura circa 2,5 metri di diametro. Il pozzo d'accesso termina su un cono detritico. Dalla base, in direzione S si raggiunge, attraverso un pertugio di forma triangolare, una stanzetta concrezionata sormontata da un camino cieco. Mentre in direzione E, uno stretto passaggio tra i massi di crollo conduce alla massima profondità. Qui si trova un cunicolo di dimensioni impraticabili. La grotta è impostata lungo una evidente faglia avente direzione di 195 gradi.
Rilievo Completo - 1:100 - Effettuato in data: 05-04-2009
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso