Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7376 - Risorgiva SSI sopra il Lago di Barcis

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Risorgiva SSI sopra il Lago di Barcis
Nome principale sloveno
Numero catasto 7376
Numero catasto storico 4438FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 01-07-2002
Scopritore Sivelli - Michele

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Barcis
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 064032 - Monte San Lorenzo
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5116087,0
Longitudine Gauss-Boaga 2330351,0
Latitudine WGS-84 46° 10' 18,3012" (46,17175033)
Longitudine WGS-84 12° 32' 35,1196" (12,54308878)
Latitudine UTM WGS-84 5116064,8
Longitudine UTM WGS-84 310347,5
Quota ingresso 600
Data esecuzione posizione 26-06-2004
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,8m x 1m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Benedetti Gianni
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 32.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 7.5
Dislivello negativo
Dislivello totale 7.5
Quota fondo 600
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal Lago di Barcis si risale la Val Caltea. In località Pezzeda si prende il sentiero che scende sul greto del Torrente Caltea. Giunti sul torrente, lo si percorre per alcune decine di metri verso valle e quindi si risale il bosco dal versante opposto per una ventina di metri in corrispondenza del greto di un piccolo rio asciutto. Alla base di una paretina rocciosa si trova l'imbocco.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco, dal quale in caso di forti piogge esce un piccolo corso d'acqua, è stato aperto con breve lavoro di scavo. Per raggiungere il punto estremo sono state necessarie 3 giornate di scavo. La cavità è percorsa da una consistente corrente d'aria.
La grotta è costituita da un basso laminatoio, che a circa metà risulta alto non più di 30 cm. Nella seconda parte della grotta si trova un torrentello perenne, che fuoriesce da una bassissima fessura orizzontale.
Rilievo Completo - 1:200 - Effettuato in data: 26-06-2004