Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 732 - Pozzo presso il Cavalcavia di Aurisina

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso il Cavalcavia di Aurisina
Nome principale sloveno
Numero catasto 732
Numero catasto storico 3918VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110013 - San Pelagio
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5068222,0
Longitudine Gauss-Boaga 2416808,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 34,7209" (45,75964469)
Longitudine WGS-84 13° 40' 22,7374" (13,67298262)
Latitudine UTM WGS-84 5068199,2
Longitudine UTM WGS-84 396802,2
Quota ingresso 184
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 2° gruppo riposizionamento regionale GPS (2000)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 16.4
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 12
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 22.5
Dislivello totale 22.5
Quota fondo 161.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso All'estremità dello spiazzo prativo antistante la Caverna Pocala, sorge una piccola costruzione che fa parte di una cava di calcite inattiva dagli anni '50. Dietro a questa, al di là di un muro, c'è una piccola dolina incolta, sul cui fondo si apre l'imbocco della grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso, di forma tubolare, ha le pareti corrose e coperte da un velo di limo; dalla sua base si trova un'erta china detritica che inizia con un lembo ricco di terriccio organico e che prosegue coperta di grosso pietrame con qualche rottame. La china porta in un vano dove un masso preclude un'eventuale via di proseguimento. Al di sopra si apre un alto camino in parte concrezionato. Anche nella parte mediana della grotta la volta sfugge verso l'alto in vari punti e si nota ovunque uno spesso rivestimento calcitico.
Sulla parete Nord, poco oltre la base del pozzo sono visibili alcune colate concezionali a medusa. A qualche metro di altezza vi è una nicchia di cui non si vede il fondo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-04-2003