Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7292 - Cavernetta di Curiedi

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cavernetta di Curiedi
Nome principale sloveno
Numero catasto 7292
Numero catasto storico 4362FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-2007
Scopritore Gherlizza - Franco
Gruppo scopritore CAT - Club Alpinistico Triestino

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Tolmezzo
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 031161 - Cazzaso
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5143409,0
Longitudine Gauss-Boaga 2364170,0
Latitudine WGS-84 46° 25' 33,806" (46,42605723)
Longitudine WGS-84 12° 58' 18,6308" (12,9718419)
Latitudine UTM WGS-84 5143385,8
Longitudine UTM WGS-84 344166,3
Quota ingresso 910
Data esecuzione posizione 31-12-2007
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1,5 x 1,5m
Tipo ingresso Cavernetta
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Gherlizza Franco
Gruppo appartenenza CAT - Club Alpinistico Triestino
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 0.8
Dislivello totale 0.8
Quota fondo 909.2
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavernetta si apre sul versante est di una collina denominata “Bearzus”, quasi in cima al cocuzzolo.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una modesta cavernetta formatasi su di una frattura netta che divide in due l'ambiente.
Il primo metro e mezzo del soffitto è costituito da un ammasso caotico di grossi massi che, probabilmente, in un prossimo futuro collasseranno all'interno della grotticella, lasciando scoperta la parte superiore di questo tratto.
Sul fondo un breve ed esiguo cunicolo, al livello del pavimento, si inoltra nel monte senza apparenti possibilità di proseguimento.
Rilievo Completo - 1:200 - Effettuato in data: 31-12-2007