Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7279 - Grotta di Cemur

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta di Cemur
Nome principale sloveno
Numero catasto 7279
Numero catasto storico 4349FR
Numero totale ingressi 2

Scopritori
Data scoperta 13-06-2008
Scopritore Bosco - Fabrizio
Gruppo scopritore GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune San Leonardo
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067073 - San Leonardo
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5107643,0
Longitudine Gauss-Boaga 2404978,0
Latitudine WGS-84 46° 6' 44,8566" (46,11246016)
Longitudine WGS-84 13° 30' 41,2525" (13,51145902)
Latitudine UTM WGS-84 5107619,7
Longitudine UTM WGS-84 384973,0
Quota ingresso 190
Data esecuzione posizione 13-06-2008
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1m x 0,6m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 13.3
Autore posizione Bosco Fabrizio
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 29
Sviluppo spaziale 50
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 24
Dislivello totale 24
Quota fondo 168
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Seguire la strada che da Cemur porta a Picon. Oltrepassato il ponte sul fiume Cosizza, lasciare la macchina e salire in direzione SE costeggiando la rete di recinzione di una cava attualmente adibita a deposito di inerti. Una volta raggiunto il terrazzamento più alto della cava si incontra una parete verticale alla base della quale si apre l'ingresso inferiore della grotta.

Descrizione dei vani interni della cavità La cavità si apre con due ingressi quasi subito comunicanti. Il primo si apre alla base di una parete rocciosa. Il secondo si apre in parete due metri più in alto. Il pozzo d'ingresso, intercetta una frattura con direzione SW-NE. Alle due estremità di questa, scendono due pozzi semi circolari dalle pareti profondamente erose. La base è colma di materiale detritico. Alla base, nel punto di massima profondità , si sono trovati due sacchi neri di plastica contenenti le ossa di 3 cinghiali. Uno dei teschi è stato portato fuori per l'identificazione della specie. Le concrezioni sono assenti, mentre lo stillicidio risulta abbondante. Per l'esplorazione, sono stati piantati all'interno della grotta 3 fix in corrispondenza dei punti 8-3-5 della poligonale indicata sul rilievo .
Rilievo Completo - 1:200 - Effettuato in data: 18-07-2008
Foto
Data dello scatto: 03-07-2016

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Vogrig Cristian

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Descrizione inquadratura: targhetta ingresso 2
Data dello scatto: 03-07-2016

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Vogrig Cristian

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Descrizione inquadratura: ingresso 1
Data dello scatto: 03-07-2016

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Vogrig Cristian

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Descrizione inquadratura: ingresso 2
Data dello scatto: 03-07-2016

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Vogrig Cristian

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Descrizione inquadratura: targhetta ingresso 1
Tipo inquadratura: Ingresso