Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7180 - Pozzo del Tassista

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo del Tassista
Nome principale sloveno
Numero catasto 7180
Numero catasto storico 6396VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 12-02-2003
Scopritore De Filippo - Claudio
Gruppo scopritore AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110054 - Santa Croce di Trieste
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5066076,8
Longitudine Gauss-Boaga 2418573,9
Latitudine WGS-84 45° 44' 26,1705" (45,74060291)
Longitudine WGS-84 13° 41' 46,0776" (13,69613267)
Latitudine UTM WGS-84 5066054,0
Longitudine UTM WGS-84 398568,0
Quota ingresso 177.5
Data esecuzione posizione 25-01-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.4 x 0.6 mt
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 25.5
Autore posizione Malandrino Paolo
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 14
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 30.5
Dislivello totale 30.5
Quota fondo 147
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal paese di santa Croce, si percorre la strada bianca che, dalla strada principale, conduce ad un sottopasso dell'Autostrada. Attraversatala, si abbandona subito la carrareccia e ci si inotra nelle boscaglia fitta per circa 40m. Sul bordo di un avvallamento si apre l'ingresso della cavità, ai margini di una pietraia.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso delle cavità, ampio e corroso, porta in un ambiente spazioso e concrezionato nel quale si trova un grande masso incastrato. Per superarlo e raggiungere il centro della sala, è necessario chinarsi e quindi, con un passaggio malagevole in salita, si può accedere ad un ambiente riccamente concrezionato, alla cui base un pertugio lascia sperare in ulteriori prosecuzioni (p.to 2 del rilievo).
Nella sala principale, una nicchia evidente conduce ad un cunicolo discendente (p.to 7 del rilievo) che, con qualche lavoro di scavo potrebbe a sua volta regalare qualche sorpresa.

NOTA
L'ingresso, di questa bella cavità, si apre, da un lato, in una pietraia, per cui è necessaria molta attenzione nello scendere e nell'uscire dall'imbocco per scongiurare il distacco di pietre.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 14-01-2007
Foto
Data dello scatto: 25-01-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Malandrino Paolo

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: targhetta
Data dello scatto: 25-01-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Malandrino Paolo

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e targhetta
Data dello scatto: 25-01-2015

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Malandrino Paolo

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e dintorni