Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7165 - Abisso Puzza di Faglia

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso Puzza di Faglia
Nome principale sloveno
Numero catasto 7165
Numero catasto storico 4254FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-08-2003
Scopritore Concina - Gabriele
Gruppo scopritore GS PRADIS - Gruppo Speleologico Pradis

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 050034 - Monte Cergnala
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5137823,0
Longitudine Gauss-Boaga 2404671,0
Latitudine WGS-84 46° 23' 2,1467" (46,38392963)
Longitudine WGS-84 13° 30' 0,3957" (13,50010991)
Latitudine UTM WGS-84 5137799,2
Longitudine UTM WGS-84 384666,6
Quota ingresso 1830
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 18
Autore posizione Concina Gabriele
Gruppo appartenenza GS PRADIS - Gruppo Speleologico Pradis
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 32
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 72.1
Dislivello totale 72.1
Quota fondo 1757.9
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Nella grande conca a Nord del Monte Cergnala, si abbandona il sentiero CAI 636 e si imbocca la vecchia mulattiera bassa che si dirige verso il Col Lopic. Giunti nei pressi del grande pozzo di accesso della Voragine 8° del Col Lopic, (3836-2116FR CL 10), si abbandona la mulattiera e ci si avvicina alle pareti che scendono verso Val Rio del Lago, quindi, arrampicando su delle placchette in forte discesa si arriva all'ingresso della cavità, semi nascosto dai pini mughi.
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo il P18 di accesso, si incontra una nettissima frattura verticale con orientamento NW-SE, che si può seguire fino a72m di profondità, con altri 2 pozzi di 22 e 28m, separati da una strettoia.
La base del P22 è occupata da depositi di neve caduta dall'ingresso, mentre le pareti ed il fondo del P28 sono ricoperti da uno spesso strato di ghiaccio che occlude le probabili prosecuzioni.
Pur non avendo rilevato corrente d'aria, potrebbe essere interessante intraprendere un lungo traverso sopra l'ultimo pozzo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-07-2004