Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7101 - Grotta Morfologica

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Morfologica
Nome principale sloveno
Numero catasto 7101
Numero catasto storico 6372VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-07-2005
Scopritore Barocchi - Roberto
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110154 - Basovizza
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5054172,0
Longitudine Gauss-Boaga 2429726,0
Latitudine WGS-84 45° 38' 6,0638" (45,63501772)
Longitudine WGS-84 13° 50' 29,9975" (13,84166597)
Latitudine UTM WGS-84 5054149,2
Longitudine UTM WGS-84 409719,7
Quota ingresso 335
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 15
Autore posizione Savio Spartaco
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 19
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 23
Dislivello totale 23
Quota fondo 312
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dalla SS 14 per Basovizza, prima della curva presso la cava Italcementi si posteggia a sinistra nello spiazzo davanti a un ex vivaio. Attraversata la strada, si entra nella strada bianca del cantiere con cui è stato cementificato il fondo di una dolina, sceso a seguito degli scavi della galleria autostradale. Percorsi circa 150 m si nota a sinistra della strada bianca uno scavo con l'entrata della grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una cavità ad andamento verticale. La cavità è stata aperta artificialmente avendo notato sotto una piccola roccia verticale un foro largo circa 20 cm e profondo altrettanto, non soffiante. L'entrata è una fessura larga circa 2 metri per una quarantina di centimetri. Dopo 3 m si apre un pozzo meandriforme, che poco dopo continua con lato minore di circa 1 m (nella parte in cui si discende) e lato maggiore superiore in alcuni punti ai 10 m. Dal punto 2 del rilievo alla parte inferiore si passa per un punto stretto non transitabile da tutti: sotto c'è un pozzo profondo 4 metri alla cui base un cunicolo intasato da materiale di crollo pone attualmente fine alla cavità. Nel punto 3 sembra continuare, ma l'allargamento si presenta oneroso. Nel camino sul lato Sud Ovest, (il lato da cui si diparte il meandro indicato con 3) è stata vista una finestra che però non si è potuto raggiungere non essendo attrezzati per l'arrampicata.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 23-07-2006