Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 7015 - Voragine 2° a SW del Monte Matajur

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Voragine 2° a SW del Monte Matajur
Nome principale sloveno
Numero catasto 7015
Numero catasto storico 4139FR
Numero totale ingressi 4

Scopritori
Data scoperta 09-07-2005
Scopritore Bosco - Fabrizio
Gruppo scopritore GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050153 - Monte Mataiur
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5117290,0
Longitudine Gauss-Boaga 2405073,0
Latitudine WGS-84 46° 11' 57,3694" (46,19926928)
Longitudine WGS-84 13° 30' 37,2578" (13,5103494)
Latitudine UTM WGS-84 5117266,5
Longitudine UTM WGS-84 385068,2
Quota ingresso 981
Data esecuzione posizione 10-07-2005
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 12.4
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza PRIVATO - Nessun gruppo di appartenenza
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 52
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12.4
Dislivello totale 12.4
Quota fondo 968.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Subito dopo Pulfero presso la frazione Loch - Linder si imbocca la strada che sale verso Mersino Alto. Poche centinaia di metri dopo l'ultimo paesetto “Oballa” si incontra un divieto di transito. Si lascia il mezzo di trasporto e si continua a percorrere la strada che arriva sino a Monte Maggiore. Dopo 900 metri dal segnale di divieto sulla destra sale una traccia di sentiero, che un tempo doveva essere una stradina forestale. Si sale lungo il sentiero per circa 50 metri di percorso e 6 o 7 metri di dislivello. Si abbandona il sentiero e si percorrono altri 50 metri in direzione NW. L'ingresso principale della cavità si trova nei pressi di un affioramento di grossi massi di calcare.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una cavità sviluppata lungo una frattura di direzione SE – NW. Ha quattro ingressi percorribili: tre hanno dimensioni limitate, mentre il quarto, indicato come ingresso 3 sul rilievo, presenta dimensioni notevoli pari a 10 m x 4 m ed è diviso in due parti da un'enorme masso incastrato. Entrando dall'ingresso principale tra la parete ed il maso si incontrano sulla destra a diversa profondità due piccoli ingressi che portano alla parte terminale percorribile della frattura in direzione SE. Il fondo è costituito da un lungo cono detritico, che per due terzi è ricoperto da terra e materiale vegetale in decomposizione: nel punto più basso si trovano solo ciottoli di media grandezza, tra i quali affiorano i resti di uno scheletro di grosso bovino. Il cono detritico prosegue sotto la parete della cavità lasciando uno spazio libero di 20 centimetri. Al di sopra la frattura è percorribile in facile arrampicata tra grossi massi incastrati che formano dei gradoni. Dopo una strettoia di circa 35 centimetri di diametro si trova la parte terminale della frattura, poco oltre l'ingresso indicato sul rilievo con il numero 1. Il pavimento di questa parte terminale è ricoperto da sabbia e ghiaino sopra il quale si trovano numerosissimi gusci di lumache.
La cavità è caratterizzata da abbondante stillicidio senza concrezioni importanti e quelle che ci sono consistono in piccolissime concrezioni a forma di corallo. Tutte le pareti della grande voragine centrale sono ricoperte sino alla base da abbondante e soffice muschio e più in alto rispetto questo fuoriescono diversi tipi di felci.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-07-2005
Foto
C'è la foto foto _immagine_hdjK0V.jpg in DB per la cavità selezionata, ma non riesco a reperire i files su file system
C'è la foto foto _immagine_OY5GzQ.jpg in DB per la cavità selezionata, ma non riesco a reperire i files su file system