Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6969 - Pozzo 1° di Tercimonte

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 1° di Tercimonte
Nome principale sloveno
Numero catasto 6969
Numero catasto storico 4109FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Prepotto
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067101 - Cialla
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5103457,0
Longitudine Gauss-Boaga 2402544,0
Latitudine WGS-84 46° 4' 27,7865" (46,07438514)
Longitudine WGS-84 13° 28' 51,6231" (13,48100641)
Latitudine UTM WGS-84 5103433,8
Longitudine UTM WGS-84 382539,0
Quota ingresso 167
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 1
Autore posizione Meneghini Marco
Gruppo appartenenza CRC SEPP. - Centro Ricerche Carsiche Carlo Seppenhofer
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 19
Dislivello totale 19
Quota fondo 148
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Camminando lungo la strada comunale che da Prepotto conduce alla frazione di Cialla si arriva fra i due incroci con le strade che salgono verso l'abitato. All'altezza di un piccolo ponte su un rigagnolo laterale ci si inoltra nel bosco verso Sud seguendo alcune piste forestali ben definite per circa 300 metri, fino a quando la pendenza del terreno si accentua. Qui a breve distanza da un accenno di solco vallivo formato da un rigagnolo che si forma solo durante forti piogge, si apre la cavità nei pressi di alcuni massi affioranti.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una cavità ad andamento verticale dagli ambienti piuttosto angusti e franosi che si apre nelle classiche calcareniti locali. A circa sei metri di profondità in direzione Sud si apre una finestra che porta ad un camino cieco di quattro metri. Il pozzo principale poi prosegue per tre metri molto stretto, per poi scampanare fino al fondo coperto di massi e vagamente a forma di fessura con orientamento N - S e dimensioni 2 metri per 1. Lungo il pozzo non sono presenti concrezioni di rilievo, ma numerose sono le lame di roccia molto taglienti. Non si notano particolari segni di attività idrica interna. L'imbocco al momento della scoperta era ostruito da terra e qualche masso ma l'opera di disostruzione non ha presentato nessun tipo di difficoltà.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 19-08-2001