Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6944 - Pozzo G6

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo G6
Nome principale sloveno
Numero catasto 6944
Numero catasto storico 4084FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1993
Scopritore Premiani - Furio
Gruppo scopritore GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049081 - Monte Musi
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5131520,0
Longitudine Gauss-Boaga 2390000,0
Latitudine WGS-84 46° 19' 28,4548" (46,32457079)
Longitudine WGS-84 13° 18' 40,1249" (13,3111458)
Latitudine UTM WGS-84 5131496,5
Longitudine UTM WGS-84 369995,7
Quota ingresso 1610
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3.2
Autore posizione Premiani Furio
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 26
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 11.4
Dislivello totale 11.4
Quota fondo 1598.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della cavità è ubicato a SW del circolo glaciale di quota 1494,3 metri che negli anni ‘60 ospitò il campo base del Gruppo Grotte Carlo Debeljak. Partendo dal piano erboso che si sviluppa sul fianco Ovest del menzionato circolo glaciale, si seguono la tracce marcate con la vernice rossa, le quali, indicando una vecchia traccia dei cacciatori locali, portano al pianoro di quota 1650 metri. Giunti alla "Caverna Grande" (5006/2776FR) si abbandona il sentiero e si prosegue in direzione Ovest, lungo degli scoscesi canalini segnati con vernice rossa, fino alla zona dove si aprono gli imbocchi di altre grotte: 5167/2879FR – 5168/2880FR – 5861/3314FR. La cavità è ubicata a pochi metri dall'Abisso del Ghiaccio (5282/2919FR).
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una cavità ad andamento verticale impostata su una frattura orientata N - S. Al suo interno si sono accumulati nel tempo depositi di materiali clastici caduti per l'intensa azione crioclastica in atto sulle pareti rocciose sovrastanti.
Questa cavità era stata individuata e segnata già nel 1993. Presentava un "tappo" di neve e ghiaccio che occludeva un suo possibile proseguimento verticale. Le ripide pareti rocciose rivolte a W che sovrastano il suo ingresso la riempiono ogni anno di neve fresca.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-12-2000