Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6939 - Caverna 3 di Tau Culze

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna 3 di Tau Culze
Nome principale sloveno
Numero catasto 6939
Numero catasto storico 4079FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 050064 - Berdo di Sopra
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5134066,0
Longitudine Gauss-Boaga 2398660,0
Latitudine WGS-84 46° 20' 56,6879" (46,34907998)
Longitudine WGS-84 13° 25' 22,5879" (13,42294107)
Latitudine UTM WGS-84 5134042,4
Longitudine UTM WGS-84 378655,6
Quota ingresso 1520
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CAT - Club Alpinistico Triestino
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7.7
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 2.5
Dislivello negativo
Dislivello totale 2.5
Quota fondo 1520
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dalla Casera Canin si risale il greto del torrente adiacente e poi ci si sposta verso il gruppo di larici che occupano il versante destro (per chi sale) del canalone. Ci si inoltra attraverso la folta vegetazione fino ad arrivare alla base delle pareti rocciose che si intravedono tra i larici. La caverna si trova ad una ventina di metri dalla Caverna 4 di Tau Culze (7012/4136FR).
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una modesta cavità ad andamento suborizzontale. Si sviluppa prevalentemente in salita e presenta un pavimento alquanto instabile con massi e detriti rocciosi che tendono a scivolare verso la scarpata sottostante.
La grotta si è formata nei conglomerati che costituiscono l'intera dorsale nella quale sono molti i fenomeni di ingrottamento dovuti alla fragilità e alla scarsa consistenza della roccia.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 18-08-2004