Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6803 - Grotta 2° nella Canna Trieste

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 2° nella Canna Trieste
Nome principale sloveno
Numero catasto 6803
Numero catasto storico 6303VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-2005
Scopritore Non specificato -
Gruppo scopritore COMUNE TS - Comune di Trieste

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110154 - Basovizza
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5054355,0
Longitudine Gauss-Boaga 2429838,0
Latitudine WGS-84 45° 38' 12,0447" (45,63667907)
Longitudine WGS-84 13° 50' 35,0477" (13,8430688)
Latitudine UTM WGS-84 5054332,2
Longitudine UTM WGS-84 409831,7
Quota ingresso 275
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Sotto tracciato gallerie Grande viabilità triestina
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Diqual Augusto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 114
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 24.2
Dislivello totale 24.2
Quota fondo 250.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si apre sul lato Ovest della “Canna Trieste” nel tunnel di Cattinara, ad una decina di metri da una giunzione con la “Canna Venezia”.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una cavità ad andamento prevalentemente verticale scoperta durante i lavori per la realizzazione della Grande Viabilità Triestina. Il cunicolo di accesso è stato liberato dalla presenza di un grosso masso. Dopo 2 metri un laminatoio inclinato e ben concrezionato immette in una sala, che si sviluppa in direzione Nord – Ovest in lieve salita fino ad un cunicolo fangoso impraticabile. Nella parte iniziale della sala due aperture conducono ad un ramo in discesa caratterizzato da un ghiaione instabile. Questo ramo presto si sdoppia: a destra un cunicolo in discesa presenta pietre pericolanti che ostruiscono la continuazione; a sinistra si continua verso un altro bivio. A destra c'è un secondo cunicolo che immette nel ramo principale permettendo di superare l'ostruzione precedente. A sinistra due pozzi concrezionati dividono una sala.
Il ramo principale dopo la giunzione dei due cunicoli prosegue con una piccola sala caratterizzata dalla presenza di una grossa colonna. Superato un breve tratto in salita si giunge in una sala con due interessanti gruppi di colonne. L'intera parte di Sud – Ovest è costituita da una colata calcitica inclinata, che immette in un ambiente superiore sovrastato da un alto camino.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-10-2005