Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6802 - Grotta 1° nella Canna Trieste

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 1° nella Canna Trieste
Nome principale sloveno
Numero catasto 6802
Numero catasto storico 6302VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-2005
Scopritore Non specificato -
Gruppo scopritore COMUNE TS - Comune di Trieste

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110154 - Basovizza
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5054307,0
Longitudine Gauss-Boaga 2429806,0
Latitudine WGS-84 45° 38' 10,4747" (45,63624297)
Longitudine WGS-84 13° 50' 33,6019" (13,84266719)
Latitudine UTM WGS-84 5054284,2
Longitudine UTM WGS-84 409799,7
Quota ingresso 273
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Sotto tracciato gallerie Grande viabilità triestina
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Diqual Augusto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 63.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 28
Dislivello negativo 10.2
Dislivello totale 38.2
Quota fondo 262.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si apre sul lato Ovest della “Canna Trieste” nel tunnel di Cattinara.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una cavità ad andamento ascendente scoperta durante i lavori per la realizzazione della Grande Viabilità Triestina. Presenta un corridoio alto una decina di metri che dopo un tratto fortemente ascendente conduce alla partenza di un pozzo profondo 16 metri, che prosegue verso la galleria con due sale sovrapposte e occluse da massi.
La cavità continua oltre il pozzo sempre in salita e termina con altre due sale anch'esse sovrapposte. Tutti gli ambienti sono ricoperti da colate calcitiche.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 12-02-2005