Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6792 - Baratrino della Linguetta Cervina

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Baratrino della Linguetta Cervina
Nome principale sloveno
Numero catasto 6792
Numero catasto storico 6311VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 28-10-2003
Scopritore Fuso - Pino
Gruppo scopritore FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110014 - Precenico
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5070420,0
Longitudine Gauss-Boaga 2418090,0
Latitudine WGS-84 45° 46' 46,606" (45,77961279)
Longitudine WGS-84 13° 41' 20,401" (13,68900028)
Latitudine UTM WGS-84 5070397,1
Longitudine UTM WGS-84 398084,2
Quota ingresso 201
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4.6
Autore posizione Marini Dario
Gruppo appartenenza FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 6
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 6.4
Dislivello totale 6.4
Quota fondo 194.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ampio ingresso si trova a 15 metri da una vecchia strada militare della Prima Guerra Mondiale a fianco di una traccia, che conduce ad una dolina con resti di postazioni.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di una modesta cavità ad andamento verticale costituita solo da un pozzo d'accesso profondo 6,4 metri. Presenta un versante costituito da agevoli gradoni con muschio, mentre gli altri hanno pareti verticali. A ridosso di quella a Ovest sprofonda tra la roccia e i massi del fondo un breve pozzo, dove è stato fatto un tentativo di scavo poi abbandonato per l'instabilità del materiale.
La grotta prende il nome da un piccolo cespo di pianta umbrofila, le cui fronde sono singolarmente piccole.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 04-11-2003