Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 679 - Pozzo a NE di Ceroglie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo a NE di Ceroglie
Nome principale sloveno
Numero catasto 679
Numero catasto storico 3731VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109041 - Malchina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5072621,0
Longitudine Gauss-Boaga 2415199,0
Latitudine WGS-84 45° 47' 56,3467" (45,79898519)
Longitudine WGS-84 13° 39' 4,8436" (13,65134545)
Latitudine UTM WGS-84 5072598,1
Longitudine UTM WGS-84 395193,3
Quota ingresso 186
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 28.6
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 18
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 37
Dislivello totale 37
Quota fondo 149
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'imbocco della cavità si apre ad una trentina di metri dal Confine di Stato, sul fondo piatto di una dolina.
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo un tratto inclinato si scende un pozzo dalle pareti nerastre che si allarga progressivamente fino ad un'esile cornice, mentre il fondo è costituito da un piano detritico.
Nel 1962 un ragazzo di Ceroglie, calato da alcuni compagni nella grotta per mezzo di una fune, non riuscendo più a risalire venne tratto in superficie, dopo molte ore, dai Vigili del Fuoco.

AGGIORNAMENTO:
Sul fondo del primo pozzo sul lato S la cavità prosegue con una diramazione costituita da una china detritica che termina con una strettoia. Oltre si trova un pozzo che finisce in fessura. Sopra questo si trova un camino che si ricollega con il pozzo principale mediante alcune spaziose finestre.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 19-05-2002