Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6768 - Pozzo del Gatto Selvatico

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo del Gatto Selvatico
Nome principale sloveno
Numero catasto 6768
Numero catasto storico 3953FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050142 - Stupizza
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5119594,5
Longitudine Gauss-Boaga 2401985,7
Latitudine WGS-84 46° 13' 10,1056" (46,21947379)
Longitudine WGS-84 13° 28' 11,1868" (13,46977412)
Latitudine UTM WGS-84 5119571,0
Longitudine UTM WGS-84 381981,0
Quota ingresso 1120
Data esecuzione posizione 27-12-2013
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2 x 1.2m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 35.2
Autore posizione Bosco Fabrizio
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8.54
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 37.2
Dislivello totale 37.2
Quota fondo 1082.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Partendo dall'abitato di Stupizza si percorre il sentiero che attraverso la valle di Pradolino conduce alla cima del Monte Mia. Si abbandona il sentiero circa 100 metri prima di raggiungere la malga e si sale in direzione Est. Oltrepassati i ruderi delle vecchie malghe, si continua a salire mantenendo la stessa direzione. Una volta intercettata una profonda dolina se ne costeggia il bordo continuando a salire in direzione Est lungo un canalone poco marcato. Raggiunta una zona relativamente pianeggiante chiusa in una gola, si nota sulla sinistra l'ampio ingresso della grotta a SE della malga Monte Mia. Continuando a salire lungo il canalone per ancora 20 metri circa, sempre sulla sinistra, dietro alcuni grossi massi di calcare corrosi dalle acque, si apre l'ingresso del pozzo.
Descrizione dei vani interni della cavità Consiste in un pozzo verticale profondo 37,2 m che si allarga verso il fondo. La base è coperta da un accumulo caotico di materiale lapideo. Tra i sassi è stato ritrovato lo scheletro di un grosso felino. La mandibola è stata analizzata al Museo Friulano di Storia Naturale ed è stata identificata come ”Felis S. Silvestris” ovvero gatto selvatico europeo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-06-2003
Foto
Data dello scatto: 27-12-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Forgiarini Marco

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Data dello scatto: 27-12-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Balutto Alceo

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Tipo inquadratura: Ingresso