Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6748 - Baratro 2° di Creta Rio Secco

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Baratro 2° di Creta Rio Secco
Nome principale sloveno
Numero catasto 6748
Numero catasto storico 3935FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Moggio Udinese
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 032032 - Creta di Aip
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5157200,0
Longitudine Gauss-Boaga 2383170,0
Latitudine WGS-84 46° 33' 15,201" (46,55422249)
Longitudine WGS-84 13° 12' 53,778" (13,21493832)
Latitudine UTM WGS-84 5157176,2
Longitudine UTM WGS-84 363166,2
Quota ingresso 1958
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 18.5
Autore posizione Passera Tiziano
Gruppo appartenenza ANF - Associazione Naturalistica Friulana
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 25
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 25.3
Dislivello totale 25.3
Quota fondo 1932.7
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è ubicata sul pianoro che si stende a nord della Creta di Rio Secco, nel Gruppo del M .te Cavallo di Pontebba. Per raggiungerla si segue il sentiero CAI n° 432 che dal bivacco E. tornasti, situato poco sotto la Sella di Aip, conduce dapprima alla Forcje da Claps per poi ridiscendere lungo la parte alta del vallone del Rio Prìcotic sfociarle nella Val Pontebbana. Dopo circa 10 minuti di cammino, superato uno spalto calcareo, si prosegue sulla destra salendo lungo una vecchia mulattiera militare, segnalata con tracce di colore rosso ormai sbiadito, che porta fino alla cima della Creta di Rio Secco. Dopo altri 10 minuti si incontrano sulla destra due piccole cavità militari e poco oltre un bivio; si prosegue a destra lungo la mulattiera, ora ben lastricata, che porta a dei pianori soprastanti. Proseguendo, lasciata sulla destra una bella banconata calcarea ed una vasta depressione sulla sinistra, ci si dirige in direzione NW fino ad arrivare sul versante opposto in prossimità del punto in cui il terreno torna a scendere. Si incontrano poco più in basso due grandi fratture, che si uniscono e che tagliano la vallata in direzione NW. Seguendo questa faglia poco prima di arrivare alla pareti che danno sulla Valle di Aip si incontra la cavità-baratro in esame, che si trova 300 metri più a monte della cavità Baratro 1° di Creta di Rio Secco (6747/3934FR).
Descrizione dei vani interni della cavità Consiste in un baratro con un ingresso lungo 16.5 m, largo 5 m e profondo 18.5 m con un grosso masso incastrato ad alcuni metri dalla base nella parte mediana. Si sviluppa lungo una faglia orientata in direzione SE-NW. Il fondo è occupato da neve permanente, spessa anche 4 metri nella parte intermedia. In direzione NW un passaggio porta dopo alcuni metri alla parte finale e più profonda della grotta a - 25,3 metri.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-08-2002