Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6733 - Grotta delle Bacche

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta delle Bacche
Nome principale sloveno
Numero catasto 6733
Numero catasto storico 6285VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 10-12-2002
Scopritore Marini - Dario
Gruppo scopritore FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110012 - Samatorza
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5069331,9
Longitudine Gauss-Boaga 2420132,8
Latitudine WGS-84 45° 46' 12,4315" (45,77011985)
Longitudine WGS-84 13° 42' 55,7853" (13,71549593)
Latitudine UTM WGS-84 5069309,0
Longitudine UTM WGS-84 400127,0
Quota ingresso 262
Data esecuzione posizione 06-03-2016
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2 x 1.8m
Tipo ingresso Galleria
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Magrin Enrico
Gruppo appartenenza SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 22
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 1.5
Dislivello totale 1.5
Quota fondo 260.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La zona compresa tra i rilievi collinari, chiamati localmente Bitigonje e Osojna, è caratterizzata da un'ampia depressione, che ospita quattro doline separate da brevi soglie e situate a quote diverse. Vi scende una stradina a fondo erboso fiancheggiata da ruderi della Prima Guerra Mondiale fino a terminare in una piccola dolina molto nascosta: questa ospita un notevole complesso di costruzioni in rovina dai muri ancora intonacati con un canale in cemento e una bella gradinata. La cavità rilevata si trova su un ripiano che si addossa a N ad una parete di rocce verticali.
Descrizione dei vani interni della cavità E' una modesta cavità ad andamento orizzontale, che è stata parzialmente scavata per scopi militari durante il periodo della Prima Guerra Mondiale. L'ingresso presenta due pertugi che comunicano con la galleria minore, unica parte con qualche concrezione. La diramazione verso NE è artificiale: è caratterizzata alla fine da un laghetto di acqua permanente e il pavimento è ricoperto da numerosi frutti delle edere dell'ingresso.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-12-2002
Foto
Data dello scatto: 06-03-2016

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Magrin Enrico

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Data dello scatto: 06-03-2016

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Magrin Enrico

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Tipo inquadratura: Ingresso

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino