Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6707 - Pozzo della Nuvola

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo della Nuvola
Nome principale sloveno
Numero catasto 6707
Numero catasto storico 6263VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5064883,0
Longitudine Gauss-Boaga 2422525,0
Latitudine WGS-84 45° 43' 49,5414" (45,73042816)
Longitudine WGS-84 13° 44' 49,7382" (13,74714951)
Latitudine UTM WGS-84 5064860,1
Longitudine UTM WGS-84 402519,0
Quota ingresso 248
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9.5
Autore posizione Malandrino Paolo
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 18
Dislivello totale 18
Quota fondo 230
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Per raggiungere l'ingresso di questa cavità è necessario seguire la traccia che dallo spiazzo sulla S.P. n. 8 di Monrupino, subito dopo il Centro Sportivo Culturale di Sgonico, punta verso Ovest. Si attraversa un ampio prato fino ad incontrare una prima dolina di modeste dimensioni e dai bordi addolciti; la si costeggia completamente e dopo poche decine di metri percorsi tra le querce si incontra un'altra dolina terrazzata subito a ridosso della traccia di un sentiero; sul terrazzamento erboso più esterno, sempre sul lato Ovest della dolina, si trova il comodo ingresso del pozzo.
Descrizione dei vani interni della cavità E' una cavità ad andamento verticale, il cui ingresso è stato allargato con semplici operazioni di disostruzione. Il pozzo iniziale ha una profondità di circa 9 metri fino ad un terrazzino fangoso: ha una sezione ellissoidale e nella sua parte più larga discretamente concrezionata raggiunge i due metri per uno di larghezza. Questo primo salto termina su un ripiano leggermente inclinato ma sufficientemente stabile composto da massi di crollo e terra: qui l'ambiente si presenta decisamente più grande del soprastante pozzetto. Il ripiano si affaccia su un'altra piccola verticale, di circa sette metri, sempre di forma ellissoidale ma dalla morfologia completamente diversa: si presenta, infatti, con le caratteristiche tipiche dell'erosione, quindi con pareti lisce e con presenza di acqua di scorrimento sulle stesse. Il fondo di questo pozzetto è costituito da fango e clasti che non promettono immediate ed evidenti prosecuzioni. Sul lato Nord a circa 1 metro dalla base del pozzo è stata individuata una piccola finestra, che conduce ad un'altra saletta ben concrezionata sulla volta, il cui piano di calpestio risulta inclinato e completamente invaso da fango indurito e friabile. Il fondo della saletta introduce ad un breve meandro anch'esso ostruito dal fango ed al momento non praticabile.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-03-2002