Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6702 - Caverna del Frantoio

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna del Frantoio
Nome principale sloveno
Numero catasto 6702
Numero catasto storico 3914FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta
Scopritore Kraus - Mauro
Gruppo scopritore GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 050024 - Stretti
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5137626,0
Longitudine Gauss-Boaga 2398692,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 52,0039" (46,38111219)
Longitudine WGS-84 13° 25' 20,7685" (13,42243569)
Latitudine UTM WGS-84 5137602,3
Longitudine UTM WGS-84 378687,7
Quota ingresso 1915
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Premiani Furio
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 56.2
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 22
Dislivello totale 22
Quota fondo 1893
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso è ubicato a 250 metri in linea d'aria in direzione N dal Bivacco Procopio. L'accesso, ben mascherato da alcune rocce, si trova sul fianco di uno dei tanti canali e profonde fratture che caratterizzano la zona circostante.
Descrizione dei vani interni della cavità E' una grotta ad andamento misto, che si sviluppa nei giunti di strato. E' interessata da fenomeni crioclastici, che hanno determinato distacchi di materiale roccioso di grandi dimensioni. La parte più profonda della grotta termina con un evidente punto idrovoro, che però diventa impraticabile alla profondità di 22 metri.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-08-2002