Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6694 - Grotta di Guerra della Conigliera

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta di Guerra della Conigliera
Nome principale sloveno
Numero catasto 6694
Numero catasto storico 6255VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5070665,4
Longitudine Gauss-Boaga 2411589,0
Latitudine WGS-84 45° 46' 50,9947" (45,78083186)
Longitudine WGS-84 13° 36' 19,2429" (13,60534525)
Latitudine UTM WGS-84 5070642,6
Longitudine UTM WGS-84 391583,3
Quota ingresso 112
Data esecuzione posizione 06-08-2001
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.2m x 1.2m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 15
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 4.7
Dislivello totale 4.7
Quota fondo 107.3
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si trova sul Monte Ermada. nel riparo formato dal ridosso di un canalone nei pressi del casello ferroviario di Duino. A metà della sua altezza arriva da Ovest una carrareccia tracciata nel 1917 dall'esercito austro – ungarico, che allestì una postazione costituita da alcune brevi cavernette e da baracche, di cui non è rimasta traccia. Due di queste caverne si trovano appena fuori del solco e sono completamente artificiali, mentre la terza, che è la cavità in questione, si apre sul fianco Est della depressione.
Descrizione dei vani interni della cavità In origine era una cavità naturale di minime dimensioni con un camino concrezionato, che si spinge quasi fino alla superficie. Nel suo interno è stata scavata una galleria discendente, che si esaurisce in una piccola camera forse adibita a deposito di munizioni. La volta si presenta all'imbocco rinforzata da una gettata di cemento.
Circa trenta anni fa il proprietario del fondo aveva qui un allevamento di conigli subito abbandonato. Attualmente la grotta si trova ingombra di rifiuti di ogni genere.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-02-2002
Foto
Data dello scatto: 10-04-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 10-04-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Non specificato

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino