Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6652 - Buco delle Foglie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Buco delle Foglie
Nome principale sloveno
Numero catasto 6652
Numero catasto storico 3876FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 27-10-2001
Scopritore Mikolic - Umberto
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050024 - Stretti
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5137348,0
Longitudine Gauss-Boaga 2401000,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 44,4753" (46,37902091)
Longitudine WGS-84 13° 27' 9,0293" (13,45250814)
Latitudine UTM WGS-84 5137324,3
Longitudine UTM WGS-84 380995,6
Quota ingresso 1808
Data esecuzione posizione 23-07-2004
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2.8
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 106
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 60.4
Dislivello totale 60.4
Quota fondo 1747.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si apre alla base di un piccolo canale.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso è occluso in parte da un grosso masso. Alla base del pozzo iniziale si può visitare una bassa caverna inclinata con il pavimento ricoperto da foglie. Sul lato opposto è stato scavato un piccolo passaggio che permette di accedere ad un pozzo interno. Dopo circa 5 metri c'è un terrazzo. Scendendo per altri 5 metri il pozzo si divide in più prosecuzioni tra grossi massi incastrati. Proseguendo la discesa ci si trova in un unico pozzo, di 21 m, con le pareti ghiacciate nel tratto finale. La base del pozzo è costituita da un corridoio in lieve pendenza il quale, risalito per una decina di metri, porta in un alto e largo meandro ( "Meandro degli Innamorati") che si termina con un breve camino.
Tornando alla base del pozzo, verso SE parte un cunicolo, lungo 10 m ed alquanto stretto oppure, scavalcato un grande ponte naturale, si incontra una successione di tre pozzi a lato dei quali incombono grandi colate di ghiaccio, l' ultimo dei quali conduce in una saletta finale chiusa da detriti.
NOTA: scendendo quest'ultimo pozzo si lambisce una minacciosa stalattite di ghiaccio alta circa 3m).
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-10-2001