Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6647 - Ricovero Austro-Ungarico della 2ª Linea di Marcottini

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Ricovero Austro-Ungarico della 2ª Linea di Marcottini
Nome principale sloveno
Numero catasto 6647
Numero catasto storico 6249VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Doberdò del Lago / Doberdob
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088112 - Marcottini
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5079223,0
Longitudine Gauss-Boaga 2407391,4
Latitudine WGS-84 45° 51' 25,7707" (45,85715852)
Longitudine WGS-84 13° 32' 57,7285" (13,54936904)
Latitudine UTM WGS-84 5079200,1
Longitudine UTM WGS-84 387385,9
Quota ingresso 109
Data esecuzione posizione 16-09-2006
Affidabilità posizione Errato
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Casagrande Alberto
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 6
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 2
Dislivello totale 2
Quota fondo 107
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre in una dolina posta sul lato destro della strada Doberdò – Devetachi, nei pressi dell'incrocio che porta a Marcottini.
Descrizione dei vani interni della cavità Una galleria artificiale lunga una quindicina di metri intercetta, nella parte terminale, una cavità naturale lunga circa 6m. In questo tratto naturale è visibile un camino, alto circa 5m, che raggiunge quasi la superficie.
La cavità naturale venne intercettata durante i lavori di scavo del ricovero ipogeo che faceva parte della linea difensiva detta “Seconda linea difensiva di Marcottini”, eseguiti durante la Seconda Battaglia dell'Isonzo (1915).
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-03-2002
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Gherlizza Franco

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino