Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6644 - Abisso di Nivize

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso di Nivize
Nome principale sloveno
Numero catasto 6644
Numero catasto storico 6246VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1990
Scopritore Stulle - Giorgio
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110064 - Rupinpiccolo
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5066515,0
Longitudine Gauss-Boaga 2425843,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 44,0627" (45,74557298)
Longitudine WGS-84 13° 47' 22,0769" (13,78946581)
Latitudine UTM WGS-84 5066492,1
Longitudine UTM WGS-84 405837,0
Quota ingresso 445
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5
Autore posizione Filippi/Filipas Luciano
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 57
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 131
Dislivello totale 131
Quota fondo 314
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'Abisso si apre sul versante SE del Monte Lanaro, a pochi metri dal confine di stato con la Slovenia.
Dal parcheggio a Nord di Rupingrande, (dove parte il sentiero CAI N°24), si prosegue lungo la strada asfaltata che termina su un spiazzo sterrato. Da qui si continua per circa 600m (e circa 60m di dislivello), lungo una strada sterrata in salita, sulla sinistra. Giunti ad un bivio si deve imboccare il sentiero a destra fino ad intercettare il sentiero N°3 (che proviene da destra) . Seguendolo in salita per altri 600m circa, si giunge ad una selletta (detta Selletta dei Bucaneve), sulla destra della quale si erge il modesto “Colle Nivize”. Si prosegue per altri 100m, quasi orizzontalmente, fino a che il sentiero n°3 abbandona il tratturo principale per scendere decisamente sulla destra, per arrivare ad una marcata insellatura a quota 472m. Qui si abbandona il sentiero N°3 scendendo, sulla destra, per una rada boscaglia erbosa in forte pendenza, per una traccia appena distinguibile, che dopo circa 100m (20 di dislivello) porta direttamente all'entrata subcircolare della grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità, ad andamento verticale, si sviluppa interamente nella dolomia.
Ramo principale:
Superato il breve pozzo d'accesso ci si immette in un cunicolo di modeste dimensioni, lungo una decina di metri, che sfocia in un pozzo di 6m (formato, in realtà da una serie di piccoli salti). Alla i base inizia una breve galleria in discesa dove, sulla destra, si apre l'ingresso del pozzo di 15m (laterale; p.3 del rilievo) il cui fondo comunica, tramite alcune fessure impraticabili con il successivo pozzo di 45,5m. Proseguendo lungo la galleria, che si restringe sino a diventare un cunicolo, si giunge all'imbocco del P. 45,5, dalla sezione sub circolare e dalle pareti levigate. Alla base si incontra una serie di pozzi di modeste dimensioni, anch'essi con pareti levigate, intervallati da cavernette. In periodo di piogge è è sconsigliata la loro discesa per l'abbondante quantità d'acqua.
L'abisso termina con un pozzetto di 6m che non dà adito ad ulteriori prosecuzioni.
RAMO LATERALE PUNTI B-C
Alla base del P.45,5, a due metri da terra, sitrova una grande finestra dalla quale parte un cunicolo che, tramite una serie di pozzetti, riporta a -87 nuovamente nel ramo principale. A differenza del resto della grotta, questo ramo è ben concrezionato.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-08-2003