Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6556 - Abisso Notte dei Cristalli

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso Notte dei Cristalli
Nome principale sloveno
Numero catasto 6556
Numero catasto storico 3818FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050024 - Stretti
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5137085,0
Longitudine Gauss-Boaga 2399942,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 35,2851" (46,37646808)
Longitudine WGS-84 13° 26' 19,7631" (13,43882307)
Latitudine UTM WGS-84 5137061,3
Longitudine UTM WGS-84 379937,6
Quota ingresso 1805
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 42.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 63
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 97
Dislivello totale 97
Quota fondo 1708
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni certe (accessibili)
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso si apre nello stesso canalone dell'Abisso Prez (2037/884FR). Raggiunto l'imbocco del Prez, si percorrono circa 80 metri in direzione Est, verso l'Abisso S3 (2769/1337FR). L'imbocco, evidente, si trova sul fondo di una grande dolina di crollo.
Descrizione dei vani interni della cavità Il fondo della dolina di crollo, di 18X19m è raggiungibile scendendo per una decina di metri in arrampicata su alcuni massi di crollo.
Il pozzo di accesso della cavità, di 42,5m, ha una sezione di 2X2m e le pareti sono ricoperte sino al fondo da uno spesso strato di ghiaccio fossile. Dopo 15m di discesa il pozzo, impostato su di una frattura con assi E-W, si allarga (6X10m) fino a sboccare in una sala.
Sul lato Est della sala, una breve arrampicata nella neve porta ad una piccola finestra, oltre alla quale parte il secondo pozzo della cavità, profondo 45m.
Anche questa verticale è caratterizzata da imponenti depositi di ghiaccio fossile, che assumono splendide forme a cascata dopo i primi 20m di discesa. Il pozzo termina in una sala di circa10X10m, impostata sempre in direzione E-W. Due brevi diramazioni in direzione Ovest, terminano dopo una decina di metri, occluse da depositi nivali.
NOTA:
Nel primo pozzo della cavità vi è pericolo di scariche di ghiaccio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-06-2001