Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6445 - Crepa de Ciaspa

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Crepa de Ciaspa
Nome principale sloveno
Numero catasto 6445
Numero catasto storico 6182VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1999
Scopritore Gherbaz - Franco
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5063480,6
Longitudine Gauss-Boaga 2426231,2
Latitudine WGS-84 45° 43' 5,953" (45,71832027)
Longitudine WGS-84 13° 47' 42,1511" (13,79504197)
Latitudine UTM WGS-84 5063457,7
Longitudine UTM WGS-84 406225,2
Quota ingresso 349
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 4° gruppo riposizionamento regionale GPS (2005)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 26.5
Autore posizione Besenghi Franco
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 26.5
Dislivello totale 26.5
Quota fondo 322.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal gruppo di case site circa a300m a Sud di Rupingrande si prende la stradina che sale in direzione Se e la si segue per 220m: il pozzo si apre sul fianco della collina, sotto un affioramento calcareo, ad un'ottantina di metri in direzione Est, in una zona modestamente alberata.
All'ingresso della cavità è stata fissata una targhetta metallica
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è impostata su una frattura che ai vertici risulta spesso chiusa da depositi terrosi e pietrame. Non molto larga, ad una dozzina di metri di profondità presenta un marcato restringimento oltre al quale la cavità si allarga e mantiene maggiori dimensioni fino al fondo, costituito da un deposito di materiale lapideo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 21-03-2000
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso